“Bojim se, bojim se da idem na posao,” rekla je Alesia Bonari medicinska sestra iz Milana na Instagramu. “Bojim se da sam se nehotice dodirnula prljavim rukavicama, bojim se da mi maska ne prianja dovoljno dobro, pitam se i da li su mi zaštitne naočare dovoljno prionule na lice, bojim se jer sam fizički i psihički iscrpljena. Veoma je teško raditi pod laboratorijskim odelom, znojim se a ne mogu kada obučem to odelo šest sati da odem do toaleta ili da nešto pijem. Teško je,” napisala je Alesia.

Oako se obratila se svima koji umeju da je čuju, da ostanu u samoizolaciji, da ne dovode ni sebe ni druge u opasnost.

View this post on Instagram

Sono i un'infermiera e in questo momento mi trovo ad affrontare questa emergenza sanitaria. Ho paura anche io, ma non di andare a fare la spesa, ho paura di andare a lavoro. Ho paura perché la mascherina potrebbe non aderire bene al viso, o potrei essermi toccata accidentalmente con i guanti sporchi, o magari le lenti non mi coprono nel tutto gli occhi e qualcosa potrebbe essere passato. Sono stanca fisicamente perché i dispositivi di protezione fanno male, il camice fa sudare e una volta vestita non posso più andare in bagno o bere per sei ore. Sono stanca psicologicamente, e come me lo sono tutti i miei colleghi che da settimane si trovano nella mia stessa condizione, ma questo non ci impedirà di svolgere il nostro lavoro come abbiamo sempre fatto. Continuerò a curare e prendermi cura dei miei pazienti, perché sono fiera e innamorata del mio lavoro. Quello che chiedo a chiunque stia leggendo questo post è di non vanificare lo sforzo che stiamo facendo, di essere altruisti, di stare in casa e così proteggere chi è più fragile. Noi giovani non siamo immuni al coronavirus, anche noi ci possiamo ammalare, o peggio ancora possiamo far ammalare. Non mi posso permettere il lusso di tornarmene a casa mia in quarantena, devo andare a lavoro e fare la mia parte. Voi fate la vostra, ve lo chiedo per favore.

A post shared by Alessia Bonari (@alessiabonari_) on

“Ja volim svoj posao i hoću da pomognem ljudima ali pomozite i vi nama. Svakodnevno smo i mi mladi (ima 23 godine) izloženi opasnosti jer nismo imuni na virus. Ja moram da idem na posao a oni koji ne moraju nek ostanu kod kuće,” napisala je Alisija, istovremeno apelujući na ljude da budu razumni i racionalni i pokazujući svoju hrabrost i odanost opasnom poslu koji obavlja u bolnici.

Napiši komentar

Unesite svoj komentar!
Ovde unesite svoje ime